Col bonus fiscale i sistemi di sicurezza sono detraibili al 50%

Aggiornamento: 20 gen

La proroga del bonus fiscale per le ristrutturazioni, prevista dalla Legge di Bilancio 2021, ti permette di detrarre il 50% del costo del tuo impianto d'allarme fino al 31/12/2022


Fino alla fine del 2022 sarà possibile approfittare di un bonus del 50% e installare il nostro nuovo impianto (o aggiornare il vecchio) riducendo moltissimo i costi. La legge, infatti, è espressamente dedicata agli interventi sugli immobili residenziali "relativi all'adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi, come furti, aggressioni e sequestri".



Chi può beneficiare del bonus fiscale sugli impianti d'allarme?


Secondo le indicazioni dell'Agenzia delle entrate, possono richiedere la detrazione fiscale del 50% sull’Irpef:

  • proprietari o nudi proprietari.

  • titolari di un diritto reale di godimento ( usofrutto, uso, abitazione o superficie).

  • locatari o comodatari.

  • ai familiari conviventi (coniuge, figli, genitori, fratelli, nonni, bisnonni, nipoti, generi, nuore, suoceri e cognati) del possessore dell’immobile ristrutturato, purché sostengano le spese e siano intestati a loro bonifici e fatture.

  • al convivente non proprietario.

  • all’erede che detiene materialmente l’immobile ristrutturato dal defunto

  • soggetti che producono redditi in forma associata ( società semplici, in nome collettivo, imprese familiari ecc), alle stesse condizioni previste per gli imprenditori individuali

  • il bonus ristrutturazioni può essere richiesto anche a chi esegue in proprio i lavori sull’immobile relativamente alle spese sostenute per l’acquisto del materiale.

Cosa si può detrarre col bonus fiscale?


Anche qui le indicazioni dell'Agenzia delle entrate sono molto chiare:


Sulle singole unità abitative

  • Allarme/sistemi antifurto (finestre esterne: installazione, sostituzione dell’impianto o riparazione con innovazioni; apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline; fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati).

Sulle parti condominiali

In particolare, oltre alle spese necessarie per la realizzazione dell'impianto è possibile detrarre:

  • le spese per la progettazione e le altre prestazioni professionali connesse;

  • le spese per l’acquisto dei materiali;

  • il compenso corrisposto per la relazione di conformità dei lavori alle leggi vigenti;

  • l’imposta sul valore aggiunto.


Come richiedere il bonus fiscale sicurezza?


Per approfittare del bonus fiscale basta è necessario eseguire il pagamento attraverso bonifico parlante, attraverso cui è possibile identificare :

  • causale del versamento, con riferimento alla norma ,

  • numero, data ed importo delle fatture,

  • codice fiscale del beneficiario della detrazione,

  • codice fiscale o numero di partita Iva del beneficiario del pagamento.


Per qualsiasi richiesta d'informazioni, e per richiedere un sopralluogo, non esitare a contattare Bieffe Sistemi.


42 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti